fish factor articolazioni


Fish Factor Articolazioni - Autunno è sindrome meteoropatica anche per le nostre ossa!

Irritabilità, mal di testa, disturbi influenzali, stanchezza, dolori articolari…
Ad ogni mutamento del clima (specie in primavera ed autunno), muscoli, nervi, tendini ed articolazioni esternano un disagio tangibile. 
Studiosi argentini riconfermano la ripercussione dei cambi di stagione sui dolori reumatici: un centinaio di pazienti affetti da osteoartrite, fibromialgia ed artrite reumatoide sono stati tenuti sotto controllo per un anno nel confronto delle reazioni ai mutamenti di pressione, umidità e temperatura rispetto a persone sane. 
Assodata nuovamente la relazione tra meteo e dolori reumatici, è stato meglio precisato che l’effetto meteo varia a seconda di sensibilità corporea al clima e patologia del paziente.
Per cui:
  • L’osteoartrite è influenzata da freddo e umidità;
  • La fibromialgia è legata a fil doppio con bassa temperatura ed alta pressione atmosferica;
  • L’artrite reumatoide patisce la bassa temperatura, l’alta pressione e l’elevata umidità.
Specie tendini, guaine e borse risentono della variazione termica e climatica, generando un rallentamento dell’attività motoria, che si fa particolarmente sentire in specifici casi. Soprattutto gli anziani già compromessi dall’artrosi subiscono più degli altri gli scompensi metereologici. 

Teniamo a mente questi accorgimenti:
  1. Sciogliere i muscoli al mattino con un bagno o una doccia molto calda;
  2.  Passeggiare nelle ore più calde e praticare una ginnastica leggera; 
  3.  Proteggere con indumenti caldi il raffreddamento di collo, zona lombare ed arti;
  4.  Ridurre ansia e stress, consumando tisane rilassanti e concedendosi tempo per attività piacevoli;
  5.  Predisporre una dieta ricca di vitamine (in particolare di vitamina C).
Se praticati con costanza e attenzione, questi piccoli rimedi faranno la differenza. Così come l’integrazione naturale delle perle di Fish Factor Articolazioni, a base anche di Vitamina C, indispensabile perché contribuisce alla normale formazione del collagene, la più importante proteina strutturale per l'organismo dei vertebrati, fondamentale per la funzionalità di ossa e cartilagini.


visualizza il sito